Benvenuto ospite. Effettua il oppure registrati al sito per accedere ai nostri servizi.

RC Auto uguale per tutti?

27/11/2013 by

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Share on Google+0Email this to someone

NEWS-blogC’è una novità nell’ambito dell’Assicurazione RC Auto che stravolgerà in parte la competizione “eccessiva” del mercato, che a volte può indurre il consumatore a scelte “pericolose” in merito ai “contenuti” del prodotto.

La cosiddetta RC Auto di Base è prevista dal Decreto Crescita 2.0 convertito in Legge nel Dicembre 2012. Lo stesso decreto ha stabilito tra le altre cose l’introduzione della Home Insurance e l’abolizione del tacito rinnovo sulla RC Auto (Leggi qui).

La RC Auto di Base dovrà avere una configurazione standard per tutte le Compagnie. A questa configurazione potranno poi essere aggiunte clausole sulla Responsabilità Civile che limitano o ampliano la garanzia a seconda dell’offerta.

Tale configurazione prevederà :

• Il massimale minimo RC Auto che ad oggi è di € 5.000.000,00 per i danni alle persone e di € 1.000.000,00 per i danni a cose;
• L’assenza di franchigie sulla RC Auto;
• L’introduzione della Scatola Nera (Black Box) che da diritto ad una riduzione del premio;
• La limitazione della Rivalsa dell’Assicuratore ai casi più gravi come la guida in stato di ebrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti;
• La guida libera del veicolo e quindi l’eliminazione dalla guida esclusiva;

La novità è importantissima in quanto darà origine ad una competizione per quanto riguarda il premio RC Auto più trasparente e ad un confronto da parte del consumatore tra i vari prodotti assicurativi offerti più omogeneo.

Oggi infatti alcune offerte di base reperibili sul mercato RC Auto possono prevedere franchigie sulla responsabilità civile, una lunga serie di casi in cui l’Assicuratore può esercitare il diritto di Rivalsa nei confronti dell’Assicurato, la guida esclusiva di un solo conducente, etc.

E’ difficile per il consumatore fare dei confronti obiettivi e consapevoli in quanto la scelta è orientata generalmente al premio più basso tralasciando contenuti come la Rinuncia alla Rivalsa che sono di fondamentale importanza.

AmicoAssicuratore.it pubblicherà a breve un articolo corredato da un apposito video che vuole essere una guida al confronto Polizze Auto, un confronto diverso da quello fatto sul premio e basato esclusivamente sui contenuti e sulle garanzie, rispettando quindi l’obiettivo principale del Blog.

Per cui condividiamo a pieno un intervento normativo di questo tipo in quanto porterà certamente ad un ridimensionamento delle differenze di premio sull’RC Auto, dovendo tutte le Compagnie proporre obbligatoriamente il contratto base con le caratteristiche viste poc’anzi.

Un’offerta standardizzata sulla quale il parametro in base al quale si potrà scegliere sarà esclusivamente il premio?

C’è un senso “paternalista” dello Stato in tutto questo che vuole tutelare il consumatore da scelte troppo avventate ed orientate esclusivamente al risparmio. Scelte che porterebbero nel lungo periodo a gravi problematiche di natura sociale (come i 4.000.000 di veicoli che circolano non assicurati nel nostro Paese).

Ma facciamo attenzione in quanto nonostante l’intervento, sarà comunque difficile orientarsi e comprendere il contenuto di una Polizza Auto. La responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli è molto complessa a dispetto di quanto si possa pensare e il confronto andrà fatto sempre dopo aver maturato una consapevolezza e una conoscenza di base sulle garanzie tipiche dell’RC Auto. Ad esempio il contratto base non coprirà i danni derivanti dalla circolazione del veicolo in caso di patente scaduta e quindi la Compagnia sarà tenuta a risarcire gli eventuali danni ai Terzi, ma avrà il diritto di chiederti il rimborso di tutte le somme pagate! (uno dei tanti casi di Rivalsa dell’Assicuratore). Non credi che sia il caso di escludere anche questo caso di Rivalsa?

La tariffazione di base allo stesso tempo inciderà su un altro aspetto del mercato : quello degli Intermediari (Agenti e Broker di Assicurazioni).
Anche in questo caso si intravede lo spettro di una disintermediazione del mercato assicurativo sempre più accentuata. Effettivamente proponendo una Polizza standardizzata, la consulenza dell’Intermediario è necessaria soltanto nel caso di variazione del contratto base ovvero nel caso in cui si voglia aggiungere od eliminare garanzie accessorie.

In realtà il lavoro da fare sulla RC Auto di base è ancora tanto perché diverse sono le esigenze degli operatori del settore e tanti i nodi da sciogliere prima della messa a punto del decreto attuativo.

Vota questo Articolo!
The following two tabs change content below.
AmicoAssicuratore
Nato nel 2010 da un'idea di Pietro Sorano, AmicoAssicuratore.it, con i suoi 40.000 visitatori mensili, è oggi una delle più importanti realtà editoriali indipendenti in ambito assicurativo, nonché punto di riferimento per molti utenti che vogliono comprendere il funzionamento delle Polizze di Assicurazione. AmicoAssicuratore.it è un Blog libero, gratuito ed accessibile a tutti. AmicoAssicuratore.it non svolge in alcun modo attività di Intermediazione Assicurativa Online e non percepisce alcun compenso dall'utenza del Blog. Per maggiori Informazioni leggi i Termini di Utilizzo e l'Informativa sulla Privacy & Cookie che troverai in fondo ad ogni pagina del Blog.
AmicoAssicuratore

Ultimi post di AmicoAssicuratore (vedi tutti)

Lascia un commento

Or

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.