Benvenuto ospite. Effettua il oppure registrati al sito per accedere ai nostri servizi.

Pagamento del Premio

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Share on Google+0Email this to someone

Se il contraente non paga la prima rata di premio, l’assicurazione resta sospesa fino alle ore 24:00 del giorno in cui il contraente paga quanto è da lui dovuto.

Se stipuli un contratto di Assicurazione che decorre dal 10 Settembre e non paghi il premio pattuito, la copertura assicurativa resta sospesa. Nonostante il contratto sia in vigore, l’eventuale sinistro non sarà indennizzato. La copertura riprenderà dalle ore 24:00 del giorno in cui pagherai il premio. Se paghi il 16 Settembre alle ore 15:30, la copertura riprenderà dalle ore 24:00 dello stesso giorno.

 

Se il contraente non paga le rate di premio successive alla prima, l’assicurazione resta sospesa dalle ore 24:00 del quindicesimo giorno dopo quello della scadenza.

Se l’anno scorso hai stipulato un contratto di Assicurazione il 10 Settembre e quest’anno, giunta la scadenza, non paghi il premio, la copertura resterà attiva per quindici giorni ovvero fino alle ore 24:00 del 25 Settembre. Dal 26 Settembre la copertura assicurativa resterà sospesa fino alle ore 24:00 del giorno in cui pagherai il premio. Per cui i sinistri avvenuti nel corso dei quindici giorni saranno indennizzabili nonostante tu non abbia pagato il premio il giorno stesso della scadenza della rata.

 

Nelle ipotesi di mancato pagamento appena viste (sia per la prima rata di premio, che per quelle successive) il contratto si risolve di diritto se l’Assicuratore nel termine di 6 mesi dal giorno in cui la rata è scaduta non agisce per la riscossione.

E’ un’ipotesi abbastanza remota, ma se il tuo Assicuratore dovesse dimenticarsi di esigere la rata del premio scaduta e intanto trascorrono 6 mesi, il contratto si risolve di diritto. Ovvero non devi più pagare né la rata scaduta, né quelle successive.

L’Assicuratore ha diritto soltanto al pagamento del premio relativo al periodo in corso e al rimborso delle spese. Ha 6 mesi di tempo per agire nei tuoi confronti, anche legalmente, per il recupero della rata di premio scaduta. In questo caso dovrai pagare, oltre al premio dovuto, anche le spese legali. Articolo 1901 codice civile.

 

Nelle Assicurazioni sulla vita l’Assicuratore può agire per l’esecuzione del contratto soltanto in relazione alla prima rata di premio ed ha 6 mesi per farlo, come visto.

Resta sottinteso che se il primo premio è ripartito in più rate, l’Assicuratore ha diritto di esigerle tutte.

Se il contraente non paga i premi successivi nel termine di tolleranza previsto dalla polizza o, in mancanza, entro 20 giorni dalla scadenza della rata, il contratto si risolve di diritto e i premi pagati in precedenza restano acquisiti dall’Assicuratore, a meno che non sussistano le condizioni per il riscatto dell’Assicurazione o per la riduzione della somma assicurata.

Nelle Assicurazioni sulla vita quindi è obbligatorio pagare soltanto la prima rata annuale di premio. Le rate successive possono anche non essere pagate, ma si rischia di perdere tutte le somme versate se non ricorrono i presupposti per il riscatto o la riduzione del contratto. Articolo 1924 codice civile.

Pagamento del Premio
3.6 (72%) 5 votes
The following two tabs change content below.
AmicoAssicuratore
Nato nel 2010 da un'idea di Pietro Sorano, AmicoAssicuratore.it, con i suoi 40.000 visitatori mensili, è oggi una delle più importanti realtà editoriali indipendenti in ambito assicurativo, nonché punto di riferimento per molti utenti che vogliono comprendere il funzionamento delle Polizze di Assicurazione. AmicoAssicuratore.it è un Blog libero, gratuito ed accessibile a tutti. AmicoAssicuratore.it non svolge in alcun modo attività di Intermediazione Assicurativa Online e non percepisce alcun compenso dall'utenza del Blog. Per maggiori Informazioni leggi i Termini di Utilizzo e l'Informativa sulla Privacy & Cookie che troverai in fondo ad ogni pagina del Blog.
AmicoAssicuratore

Ultimi post di AmicoAssicuratore (vedi tutti)

8 Comments

  1. Buonasera, ho stipulato una polizza infortuni in data 1.1.2015 con rata semestrale scadente il 01.07.2015 e ho pagato tutto.Alla scedenza del rinnovo automatico del contratto, l’assicuratore si è dimenticato di me e io di lui. A distanza di nove mesi in data 07.12.2015 mi è arrivata una diffida al pagamento della rata del 1.1.2015 e io ho riposto come da Voi sottolieato:” il contratto si risolve di diritto se l’Assicuratore nel termine di 6 mesi dal giorno in cui la rata è scaduta non agisce per la riscossione, pertanto non devo più pagare né la rata scaduta, né quelle successive”. Nei giorni scorsi mi perviene una seconda deiffida relativa alla rata del 01.07.2015, anche questa fuori dai termini di sei mesi.
    Per quanto sopra Vi domando se sono nel giusto a non pagare più nula, oppure devo pagare la rata scaduta indata 1.1.2015 ?
    Il dubbio persiste leggendo il V/ appunto:” L’Assicuratore ha diritto soltanto al pagamento del premio relativo al periodo in corso e al rimborso delle spese. Ha 6 mesi di tempo per agire nei tuoi confronti, anche legalmente, per il recupero della rata di premio scaduta. In questo caso dovrai pagare, oltre al premio dovuto, anche le spese legali. Articolo 1901 codice civile. Grazie della V/ cortese risposta Giuseppe

  2. Buongiorno,
    tre anni fa ho stipulato una polizza infortuni a nome di mio figlio. In quella sede chiesi all’allora assicuratrice di farmi il RID. Le firmai due volte le carte (le prima li aveva “persi”) ma il rid non venne mai fatto. Venni quindi contattata dall’agenzia di recupero crediti. Andai in assicurazione e chiesi lumi su quanto accaduto, mi dissero che loro non avevano mai ricevuto i documenti, ma che se avessi saldato tutte le rate arretrate mi avrebbero fatto il rid. A dicembre 2014 ho saldato tutte le rate scadute e l’agenzia avrebbe dovuto procedere con il Rid. Ieri mi ha contattato nuovamente l’agenzia di recupero crediti, dicendomi che ci sono rate non saldate. A quanto pare in assicurazione ancora non mi hanno fatto il rid.
    Sussistono in questi case dei termini di rescissione anticipata del contratto? Grazie mille!!

  3. la banca a cui è appoggiata la mia polizza infortuni ha saltato il pagamento di alcune rate senza darmene comunicazione così come non ho avuto comunicazione dall’assicurazione. adesso a fronte di un infortunio risulto indennizzabile, premetto che la polizza dopo 2 anni risulta ancora attiva malgrado alcune rate non pagatene è prova il fatto che la banca ha pagato la rata di febbraio. è possibile fare qualcosa per non perdere l’indennizzo?

    • AmicoAssicuratore

      Gent.le Mario,
      la situazione che ci descrive fa riferimento ad una posizione assicurativa il cui pagamento dei premi non risulta regolare. E’ indispensabile comprendere quale sia la tipologia di “finanziamento” del Premio di cui lei usufruisce. Ovvero se il finanziamento è stato concesso dalla Banca cui si appoggia (e dunque da lei richiesto personalmente) o attraverso un apposita struttura di cui si avvale la Compagnia di Assicurazioni (e che finanzia il Premio attraverso, ad esempio, una mensilizzazione), o ancora se attraverso un semplice RID per il quale la Compagnia le ha concesso una rateizzazione per cui vi è l’addebito automatico. E’ importante perchè a seconda dei casi la posizione, dal punto di vista assicurativo, può risultare regolare o meno. E’ comunque necessario che lei si rivolga al suo Intermediario e spieghi tutto l’accaduto, per comprendere se ci sono i termini per l’apertura del sinistro.
      Cordialmente.

  4. D Gibson

    Ho 2 polizze di assicurazione (infortune e malattie) per le quali non pago i premi da 2 anni cause problemi economici. Ora mi sono arrivate Pre-avvisi Legali. Mi risulta che una persona iscritto come disoccupato nelle liste del Centro per l’Impiego é esonerata dal pagamento ma non trovo i riferimenti (codice civile o altro). Mi potete aiutare?
    Grazie.DG

    • AmicoAssicuratore

      Gentilissimo utente, purtroppo non ci risulta una previsione normativa che consente l’esonero dal pagamento dei premi in caso di disoccupazione.

      • D Gibson

        Grazie. L’ultima mia speranza sta nella data del sollecito pagamento ma un dubbio… quale sollecito rientra nel CC? Il sollecito dell’agenzia o il sollecito del recupero crediti (quest’ult é arrivato ben oltre i termini dei 6 mesi).
        Di nuovo grazie di questo servizio nella giungla delle assicurazioni.

        • AmicoAssicuratore

          Gent.mo utente, grazie mille per la sua fiducia. Il sollecito effettuato dall’Agenzia che rappresenta la Compagnia di Assicurazioni è da ritenere valido a tutti gli effetti. Il recupero crediti si trova già nella fase successiva. Cordialmente.

Lascia un commento

Or

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.