Benvenuto ospite. Effettua il oppure registrati al sito per accedere ai nostri servizi.

La Polizza TFR

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Share on Google+0Email this to someone

CONFRONTA POLIZZE VITA

Tra le Assicurazioni Collettive Vita particolare importanza assume la Polizza TFR, ovvero quella stipulata dal datore di lavoro (Contraente) a favore dei suoi dipendenti (Assicurati e Beneficiari) per garantirsi al momento della cessazione del rapporto di lavoro la somma sufficiente a liquidare il Trattamento di Fine Rapporto.

La Polizza TFR assume la forma di un’Assicurazione Vita Rivalutabile e i premi confluiscono in Gestione Separata. Il datore di lavoro si impegna a versare la quota maturata di TFR e la Compagnia ad investire i relativi premi per liquidare alle scadenze la somma sufficiente a garantire il rispetto degli obblighi di legge da parte del datore di lavoro.

La copertura per natura non può essere soggetta ai tipici vincoli previsti per un’Assicurazione Vita Rivalutabile in quanto non conosciamo dal principio il momento in cui avverrà la cessazione del rapporto di lavoro per ogni dipendente. Non sono dunque possibili in questo caso penali in caso di operazioni di Riscatto. Sarebbe un controsenso in quanto la Polizza nasce proprio per garantire al datore la somma necessaria a rispettare gli obblighi di legge e ai dipendenti la liquidazione del TFR.

In effetti al momento della cessazione del rapporto di lavoro il Contraente (l’Azienda) dovrà richiede alla Compagnia il Riscatto della posizione inerente al dipendente o ai dipendenti interessati e consegnare la busta paga relativa al Trattamento di Fine Rapporto. La Compagnia emetterà DUE quietanze. Con la prima liquiderà direttamente il dipendente per le somme a questo dovute, con la seconda il datore di lavoro relativamente alle ritenute IRPEF applicate in busta. Tale importo sarà poi versato dal datore di lavoro allo Stato in veste di sostituto d’imposta.

La Polizza TFR non è molto diffusa in Italia in quanto spesso per l’Azienda il TFR accantonato è una fonte di finanziamento in taluni casi indispensabile. Inoltre la mancanza di agevolazioni fiscali e l’alto tasso di rivalutazione legale rendono poco appetibile la stipula sia per i datori di lavoro che per le Compagnie di Assicurazioni.

La Polizza TFR
3.25 (65%) 4 votes
The following two tabs change content below.
AmicoAssicuratore
Nato nel 2010 da un'idea di Pietro Sorano, AmicoAssicuratore.it, con i suoi 40.000 visitatori mensili, è oggi una delle più importanti realtà editoriali indipendenti in ambito assicurativo, nonché punto di riferimento per molti utenti che vogliono comprendere il funzionamento delle Polizze di Assicurazione. AmicoAssicuratore.it è un Blog libero, gratuito ed accessibile a tutti. AmicoAssicuratore.it non svolge in alcun modo attività di Intermediazione Assicurativa Online e non percepisce alcun compenso dall'utenza del Blog. Per maggiori Informazioni leggi i Termini di Utilizzo e l'Informativa sulla Privacy & Cookie che troverai in fondo ad ogni pagina del Blog.
AmicoAssicuratore

Ultimi post di AmicoAssicuratore (vedi tutti)

Lascia un commento

Or

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.