Benvenuto ospite. Effettua il oppure registrati al sito per accedere ai nostri servizi.

Designazione del Beneficiario

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Share on Google+0Email this to someone

L’Art. 1920 del Codice Civile prevede che l’Assicurazione può essere stipulata designando un terzo beneficiario della prestazione.

Se decido di stipulare un’Assicurazione Caso Morte, posso scegliere di destinare il capitale stabilito come prestazione ad un terzo nel caso in cui dovessi venire a mancare.

Per Terzo si intende il soggetto esplicitamente nominato in polizza, beneficiario della prestazione. Il terzo beneficiario potrebbe essere anche generico come gli eredi legittimi (in questo caso saranno applicate le regole della successione).

Il Contraente della polizza può designare il terzo beneficiario al momento della stipula del contratto o successivamente, ma soltanto per iscritto.

E’ possibile per il Contrante revocare o modificare il beneficiario in qualsiasi momento, ma anche in questo caso dovrà essere fatta comunicazione formale, per iscritto all’Assicuratore.

Se il Contraente comunica per iscritto all’Assicuratore di voler rinunciare al potere di revoca e/o modifica del beneficiario, la designazione diviene irrevocabile.

Se il Beneficiario accetta il beneficio, il Contraente non può revocare la designazione, né chiedere ad esempio il riscatto della polizza o un prestito, senza il consenso del beneficiario.

Tale irrevocabilità decade nel momento in cui il beneficiario attenta alla vita dell’Assicurato, lo ingiuria gravemente, gli arreca pregiudizio al patrimonio o gli nega gli alimenti.

Il Terzo (Beneficiario), per effetto della designazione, acquista un diritto proprio e quindi può disporne.

Se il Beneficiario muore prima dell’Assicurato, la prestazione andrà a favore degli eredi legittimi.

Facciamo un esempio :

Il Sig. Rossi (Contraente) stipula un’Assicurazione Caso Morte sulla propria vita (per cui il Sig. Rossi è anche l’Assicurato) e designa come Beneficiario la Sig.ra Bianchi, sua amante.

Il Sig. Rossi rinuncia al potere di revoca o modifica del beneficiario.

Caso 1 ) La Sig.ra Bianchi decide di profittare in anticipo del beneficio, per cui cerca di uccidere il Sig. Rossi.

In questo caso la designazione perde l’irrevocabilità e la Sig.ra Bianchi, oltre alle conseguenze penali della sua azione, perderà il diritto al beneficio.

Caso 2 ) La Sig.ra Bianchi muore prima del Sig. Rossi.

In questo caso il beneficio, e quindi la prestazione assicurata, andrà agli eredi legittimi della Sig.ra Bianchi.

Caso 3) Supponiamo che la polizza stipulata dal Sig. Rossi preveda la possibilità del riscatto (Assicurazione a Vita Intera) e che il Sig. Rossi voglia riscattarne una parte, dopo aver rinunciato al potere di revoca o di modifica del beneficiario.

In questo caso, solo con il consenso della Sig.ra Bianchi, il Sig. Rossi potrà chiedere il riscatto della polizza o un prestito.

Designazione del Beneficiario
3.67 (73.33%) 3 votes
The following two tabs change content below.
AmicoAssicuratore
Nato nel 2010 da un'idea di Pietro Sorano, AmicoAssicuratore.it, con i suoi 40.000 visitatori mensili, è oggi una delle più importanti realtà editoriali indipendenti in ambito assicurativo, nonché punto di riferimento per molti utenti che vogliono comprendere il funzionamento delle Polizze di Assicurazione. AmicoAssicuratore.it è un Blog libero, gratuito ed accessibile a tutti. AmicoAssicuratore.it non svolge in alcun modo attività di Intermediazione Assicurativa Online e non percepisce alcun compenso dall'utenza del Blog. Per maggiori Informazioni leggi i Termini di Utilizzo e l'Informativa sulla Privacy & Cookie che troverai in fondo ad ogni pagina del Blog.
AmicoAssicuratore

Ultimi post di AmicoAssicuratore (vedi tutti)

Lascia un commento

Or

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.