Ripartizione delle Responsabilità tra i veicoli in caso di Sinistro

91
1825

L’Articolo 149 del Codice delle Assicurazioni Private prevede che ai fini dell’accertamento della responsabilità dei veicoli in caso di sinistro si applicano i principi illustrati di seguito.

Passiamo ora ad analizzare una serie di casistiche ricorrenti che la legge ha preso in esame per stabilire in linea di massima la responsabilità dei veicoli in caso di sinistro :

  • Se due veicoli circolano nella stessa direzione e sulla medesima fila, il veicolo che urta quello antistante è responsabile al 100% del sinistro.

(La responsabilità è del veicolo B che urta posteriormente) :

Caso 1
Caso 1
  • Se due veicoli circolano su due file differenti, il veicolo che cambia fila è responsabile al 100% del sinistro. Se il contatto tra i due veicoli avviene senza cambiamento di fila, si presume una responsabilità concorsuale al 50%.

(La responsabilità è del veicolo B che cambia fila) :

Caso 2 (a)
Caso 2 (a)

(La responsabilità è al 50% se non c’è cambiamento di fila) :

Caso 2 (b)
Caso 2 (b)
  • Se uno dei veicoli si rimette nel flusso della circolazione da una posizione di sosta o uscendo da un’area privata e urta un veicolo in circolazione, è responsabile al 100% del sinistro.

(La responsabilità è del veicolo B che si rimette in circolazione dopo una sosta) : 

Caso 3
Caso 3
  • Se i due veicoli circolano in senso inverso impegnando o sorpassando l’asse mediano della carreggiata e si scontrano frontalmente, si presume una responsabilità concorsuale al 50%. Se invece è solo uno dei due veicoli a sorpassare l’asse mediano della carreggiata, la responsabilità è integralmente a carico di quest’ultimo.

(La responsabilità è al 50% visto che entrambi i veicoli superano l’asse mediano della carreggiata) :

Caso 4 (a)
Caso 4 (a)

(La responsabilità è del veicolo B che sorpassa l’asse mediano della carreggiata) :  

Caso 4 (b)
Caso 4 (b)
  • Se i due veicoli provengono da due strade differenti le cui direzioni si intersecano o si congiungono, la responsabilità è interamente a carico di quello che proviene da sinistra, a meno che le precedenze non siano indicate in maniera differente da segnali stradali o semaforici.

(La responsabilità è del veicolo B che proviene da sinistra) :

Caso 5
Caso 5
  • Se un veicolo in circolazione urta un veicolo in sosta, è interamente responsabile del sinistro.

(La responsabilità è del veicolo B che essendo in circolazione, urta il veicolo A in sosta) : 

Caso 6
Caso 6
  • Se uno dei veicoli circola in retromarcia è responsabile del sinistro.

(La responsabilità è del veicolo B che circola in retromarcia) :  

Caso 7
Caso 7

Nella fig.1 in basso è riportata la tabella di “Ripartizione delle Responsabilità” nella quale :

  • T = Torto : Responsabilità totale a carico del veicolo A.
  • C = Concorso : Concorso di colpa paritetico (50%) dei veicoli A e B.
  • R = Ragione : Assenza di responsabilità a carico del veicolo A e di conseguenza responsabilità totale a carico del veicolo B.
  • NC = Sinistro non verificabile. Dati non sufficienti.

Proviamo a comprenderne il funzionamento.

La tabella analizza esclusivamente la responsabilità del veicolo A grazie alla quale possiamo dedurre la responsabilità del veicolo B.

Sulla sinistra della tabella sono riportate 17 azioni possibili poste in essere dal veicolo A, mentre in basso sulla destra sono riportate le stesse azioni poste in essere dal veicolo B.

Proviamo ad incrociare l’azione del veicolo A in corrispondenza di “tamponava procedendo nello stesso senso o nella stessa fila” con l’azione del veicolo B in corrispondenza di ”retrocedeva”.

Troveremo una “R” che indica la responsabilità del veicolo A ovvero “Ragione – Assenza di responsabilità” come prevede la legenda.

La tabella quindi ci dice che se il veicolo A tampona mentre procede nello stesso senso o nella stessa fila del veicolo B ma questo fa retromarcia, la responsabilità del sinistro ricade interamente sul veicolo B essendoci “R” (ragione) per il veicolo A.

A seconda delle azioni poste in essere dai veicoli, oltre alla già analizzata “R”, troveremo “C” per concorso di colpa (responsabilità di entrambi i veicoli al 50%), “T” per torto (responsabilità interamente a carico del veicolo A e di conseguenza ragione per il veicolo B) e “NC” (tipologia di sinistro non verificabile, ovvero casi in cui è difficile stabilire una responsabilità prendendo in considerazione solo le azioni poste in essere previste dalla tabella).

A prescindere da queste indicazioni, ogni sinistro andrà valutato tenendo conto delle specifiche e ulteriori circostanze non contemplate che possano aver influito sulla dinamica dello stesso.

CONFRONTA POLIZZE AUTO

Tabella di Ripartizione delle Responsabilità in Caso di Sinistro
Tabella di Ripartizione delle Responsabilità in Caso di Sinistro.
Articolo precedenteRisarcimento del Terzo Trasportato
Prossimo articoloRiscatto del Sinistro
AmicoAssicuratore

Nato nel 2010 da un’idea di Pietro Sorano, AmicoAssicuratore.it, con i suoi 40.000 visitatori mensili, è oggi una delle più importanti realtà editoriali indipendenti in ambito assicurativo, nonché punto di riferimento per molti utenti che vogliono comprendere il funzionamento delle Polizze di Assicurazione. AmicoAssicuratore.it è un Blog libero, gratuito ed accessibile a tutti. AmicoAssicuratore.it non svolge in alcun modo attività di Intermediazione Assicurativa Online e non percepisce alcun compenso dall’utenza del Blog. Per maggiori Informazioni leggi i Termini di Utilizzo e l’Informativa sulla Privacy & Cookie che troverai in fondo ad ogni pagina del Blog.

91 Commenti

  1. salve!!

    uscendo in retromarcia da un posteggio ho urtato una macchina che procedeva dietro di me ma che però procedeva contromano e non nella sua corsia di marcia. stavo tenendo conto di tutti gli accorgimenti possibili come guardare dietro, vedendo la telecamera posteriore e sentendo i sensori di parcheggio. purtroppo però la macchina che procedeva dietro non l’ho vista in quanto procedendo contromano ero girato dalla parte opposta. in questo caso di chi è la colpa?
    potete aiutarmi?

  2. se provengo da una strada comunale dove c’è sempre stato uno stop e dopo lavori di manutenzione tale segnale viene divelto e mai + risistemato chi proviene dalla strada intersecante quest’ultima deve dare la precedenza a destra?

    • Un comportamento può essere imposto intanto inquanto ne sia pubblicizzato l’obbligo. Non puoi imporre a me di fermarmi e dare precedenza in quella strada perché “c’è sempre stato il cartello di stop” se ora non c’è più. Altro discorso, in caso di sinistro, potrebbero essere le responsabilità dell’ente proprietario della strada o della ditta che ha compiuto i lavori, ma in assenza di segnali, la precedenza in intersezione si da a destra. Comunque fossi in Lei segnalerei la mancanza per iscritto all’ente proprietario della strada, il quale potrebbe anche risponderle che ha deciso di modificare la viabilità in quel tratto eliminando l’obbligo di fermarsi e dare precedenza, e questo sarebbe nelle sue facoltà.

  3. Salve,ho avuto un incidente, procedevo su una strada a senso unico dentro il paese e un autovettura usciva da un incrocio laterale sulla destra a 90° in retromarcia, nn dandomi la precedenza e mi è venuto addosso toccandomi tutta la fiancata col paraurti post. solo che nell’impatto si apri il cofano post della vettura che mi ha toccato,urtando nel montante del parabbrezza, è anche un raschio nei vetri laterali. Il signore si è preso tutte le colpe dicendo che nn mi aveva visto e che aveva sbagliato strada ed era sovra pensiero,abbiamo fatto il cid e consegnato all’assicurazione, volevo sapere se mi venivano coperti tutti i danni che ho subito e se la ragione e mia al 100%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Il tempo è scaduto. Ricarica un nuovo codice di controllo. Grazie.