Benvenuto ospite. Effettua il oppure registrati al sito per accedere ai nostri servizi.

Assicurazione Vita a Premio Annuo

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Share on Google+0Email this to someone

CONFRONTA POLIZZE VITA

Il premio riferito ad un’Assicurazione sulla Vita, sia essa una Temporanea Caso Morte, un’Assicurazione Vita Rivalutabile, un’Assicurazione Vita Unit Linked, a seconda della tipologia di prodotto offerto, può essere versato comePremio Annuo”.

In questo caso, il Contrante si impegna a versare il premio per un determinato numero di anni, ovvero gli anni di durata del Contratto. Può scegliere, a seconda delle possibilità offerte dal prodotto, di rateizzare il premio e corrisponderlo mensilmente, trimestralmente, quadrimestralmente o semestralmente, o ancora scegliere se tale premio debba essere costante per tutta la durata contrattuale o rivalutabile (che si adegua al rendimento annuale ottenuto dalla Gestione Separata, di modo da incrementare gradualmente i versamenti per ottenere performances migliorative).

E’ nelle Assicurazioni Vita Rivalutabili che troveremo più spesso la formula del premio annuo.

Resta però l’impegno di versare il premio che, quasi in tutti i casi, diventa penalizzante in caso di interruzione dei versamenti durante i primi due o tre anni di contratto. Si rischia addirittura di perdere interamente il capitale versato che resta acquisito dalla Compagnia di Assicurazione (tranne che nell’Assicurazione Caso Morte, dove i premi sono a fondo perduto essendo coperto il rischio di morte dell’Assicurato).

E’ consigliabile portare a termine i versamenti oppure, se proprio necessario, interromperli dopo aver corrisposto almeno la terza annualità e attendere la scadenza del contratto per poter usufruire almeno della prestazione ridotta. O ancora, se si è vicini al termine del contratto e c’è un’esigenza di liquidità, provare a chiedere al proprio intermediario un riscatto informativo per comprendere se vale la pena chiudere anticipatamente il rapporto e riscattare il capitale maturato al netto delle penali.

Questa tipologia di versamento è la più comune. La maggior parte dei contratti stipulati nel Ramo Vita richiede questa forma di pagamento. Per contro, solitamente, le Assicurazioni a Premio Annuo forniscono coperture e garanzie che giustificano tale rigidità e costi più elevati.

Sui premi versati matureranno gli interessi (con il principio della capitalizzazione composta) retrocessi dal rendimento della Gestione Separata di riferimento (nel caso di Assicurazione Rivalutabile) o i risultati positivi/negativi del Fondo Interno (nel caso di Assicurazione Unit Linked) o ancora “nulla” nel caso di un’Assicurazione Caso Morte (i cui premi sono a fondo perduto in quanto coprono il rischio di morte dell’Assicurato).

Ad esempio :

Sul premio versato il primo anno maturano x interessi e avremo che : premio del primo anno + x = Y

Il secondo anno matureranno z interessi sulla somma di : premio del secondo anno + Y (calcolato come appena visto).

E cosi via fino alla scadenza contrattuale.

Vota questo Articolo!
The following two tabs change content below.
AmicoAssicuratore
Nato nel 2010 da un'idea di Pietro Sorano, AmicoAssicuratore.it, con i suoi 40.000 visitatori mensili, è oggi una delle più importanti realtà editoriali indipendenti in ambito assicurativo, nonché punto di riferimento per molti utenti che vogliono comprendere il funzionamento delle Polizze di Assicurazione. AmicoAssicuratore.it è un Blog libero, gratuito ed accessibile a tutti. AmicoAssicuratore.it non svolge in alcun modo attività di Intermediazione Assicurativa Online e non percepisce alcun compenso dall'utenza del Blog. Per maggiori Informazioni leggi i Termini di Utilizzo e l'Informativa sulla Privacy & Cookie che troverai in fondo ad ogni pagina del Blog.
AmicoAssicuratore

Ultimi post di AmicoAssicuratore (vedi tutti)

Lascia un commento

Or

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.