Benvenuto ospite. Effettua il oppure registrati al sito per accedere ai nostri servizi.

Assicurazione presso diversi Assicuratori

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Share on Google+0Email this to someone

Se per lo stesso rischio hai stipulato diversi contratti di assicurazione presso diversi Assicuratori, devi dare avviso di tutte le assicurazioni a ciascun Assicuratore.

Se ometti di fare questa comunicazione, nessuno degli Assicuratori sarà tenuto a pagare l’indennizzo in caso di sinistro.

Anche dell’eventuale sinistro, esistendo diverse assicurazioni sullo stesso rischio, dovrai darne avviso a tutti gli Assicuratori comunicando ad ognuno il nome degli altri. Potrai chiedere ad ogni Assicuratore con il quale hai stipulato il contratto il pagamento dell’indennizzo, purché le somme complessivamente riscosse non superino l’ammontare del danno. In questo caso parliamo di Coassicurazione Indiretta. Articolo 1910 codice civile.

Puoi stipulare la stessa Assicurazione Casa con la Compagnia X, la Compagnia Y e la Compagnia Z, ma non puoi pretendere, in caso di incendio, lo stesso risarcimento da tutte le Compagnie. Se il danno ammonta a €100.000,00 non puoi ottenere come rimborso €100.000,00 x 3 = €300.000,00, ma al massimo €100.000,00. Hai l’obbligo di comunicare a tutte le Compagnie l’esistenza della stessa copertura presso altri Assicuratori, e in caso di sinistro dovrai comunicare ad ognuna il nome delle altre. Puoi pretendere il risarcimento da X, da Y o da Z purché le somme complessivamente riscosse non superino €100.000,00.

Nonostante la Sentenza della Corte di Cassazione n. 5119 del 10 Aprile 2002 (leggi anche questo Articolo) a nostro avviso (e resta una nostra considerazione) non sarà così se stipuli la stessa Assicurazione Infortuni presso le 3 Compagnie di cui sopra, con un capitale per Invalidità Permanente di €100.000,00. In questo caso è come se avessi assicurato un capitale per Invalidità Permanente di €300.000,00 e potrai ottenere lo stesso risarcimento da tutti gli Assicuratori fermo restando l’obbligo, al momento della stipula e in caso di sinistro, di comunicare a tutti l’esistenza delle altre coperture. Funzionerà così anche per il caso morte della stessa polizza infortuni o per le Assicurazioni sulla Vita.

Questo perché?

L’Articolo 1908 del codice civile “Valore della cosa assicurata” prevede che: Nell’accertare il danno non si può attribuire alle cose perite o danneggiate un valore superiore a quello che avevano al tempo del sinistro. Per cui, il ragionamento fatto poco fa sull’Assicurazione Casa in caso di incendio, funziona. Se al momento del sinistro il danno è di €100.000,00, non posso dare alle cose perite o danneggiate un valore superiore. Ma quanto vale, al momento del sinistro, la vita umana? O la perdita di capacità lavorativa in caso di Invalidità Permanente? E’ impossibile rispondere a queste domande. Per te la vita può valere €100.000,00 o forse puoi permetterti di stipulare un’Assicurazione vita caso morte per questo importo, ma per un altro individuo può valere €1.000.000,00 o anche di più e quindi potrebbe, per ipotesi, stipulare 10 contratti di Assicurazione sulla vita per un importo di €100.000,00 presso 10 Assicuratori diversi. In sintesi, il ragionamento fatto per l’Assicurazione Casa è valido per le cose che abbiano un valore economicamente quantificabile, ma non per la vita umana. Per esempio, sempre nell’Assicurazione Infortuni non si può pretendere lo stesso risarcimento, in caso di assicurazione presso diversi Assicuratori, per la garanzia “Rimborso Spese di Cura”, perché le spese mediche sostenute in caso di infortunio sono economicamente quantificabili e l’Articolo 1908 del codice civile torna ad avere un senso logico.

Nella Coassicurazione Diretta, invece, il medesimo rischio è assicurato con più Assicuratori ma viene stipulato un solo contratto.

Si ha Coassicurazione Diretta quando un Assicuratore non riesce ad assumere interamente il rischio (perché per esempio troppo alto, oppure perché il massimale richiesto va oltre le regole assuntive della Compagnia) e si rivolge ad altri Assicuratori concedendo delle quote. In questo modo, in caso di sinistro, ciascun Assicuratore risponde per la parte di rischio che ha assunto, in relazione cioè alla propria quota. Articolo 1911 codice civile.

Se per la tua Assicurazione Infortuni chiedi alla Compagnia X un capitale per Invalidità Permanente di €4.000.000,00 e questa non è in grado di assumere il rischio per intero, si rivolgerà ad altri Assicuratori per condividerlo cedendo delle quote dello stesso. Per esempio alla Compagnia Y cederà il 30% ovvero €1.200.000,00, e alla Compagnia Z il 40% cioè €1.600.000,00. Il restante 30% resterà a suo carico. In caso di sinistro l’indennizzo sarà corrisposto per il 30% da X, per il 30% da Y e per il 40% da Z.

Assicurazione presso diversi Assicuratori
3 (60%) 4 votes
The following two tabs change content below.
AmicoAssicuratore
Nato nel 2010 da un'idea di Pietro Sorano, AmicoAssicuratore.it, con i suoi 40.000 visitatori mensili, è oggi una delle più importanti realtà editoriali indipendenti in ambito assicurativo, nonché punto di riferimento per molti utenti che vogliono comprendere il funzionamento delle Polizze di Assicurazione. AmicoAssicuratore.it è un Blog libero, gratuito ed accessibile a tutti. AmicoAssicuratore.it non svolge in alcun modo attività di Intermediazione Assicurativa Online e non percepisce alcun compenso dall'utenza del Blog. Per maggiori Informazioni leggi i Termini di Utilizzo e l'Informativa sulla Privacy & Cookie che troverai in fondo ad ogni pagina del Blog.
AmicoAssicuratore

Ultimi post di AmicoAssicuratore (vedi tutti)

1 Comment

  1. Buon Giorno vorrei capire , invece cosa dice la Legge in caso un assicurato per un appartamento per furto incendio e ricorso vicini, traslochi in un condominio dove esiste già una polizza che copre interamente tutti questi rischi.
    In questo caso l’assicurato deve mantenere anche la Polizza originale visto che ha una durata di 5 anni, o può disdirla in virtù del fatto che non si può assicurare due volte la stesso bene per l’intero importo e che comunque non potrebbe ricevere due indennizzi?
    grazie

Lascia un commento

Or

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.