Benvenuto ospite. Effettua il oppure registrati al sito per accedere ai nostri servizi.

Assicurazione Obbligatoria INAIL e Assicurazione Infortuni Privata. Le differenze.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Share on Google+3Email this to someone

Questo Articolo dovrebbe essere utile a chi pensa che il lavoro subordinato, essendo soggetto all’obbligatorietà dell’Assicurazione Infortuni INAIL, non necessiti di una Polizza Infortuni stipulata privatamente.

L’Assicurazione obbligatoria per gli Infortuni sul lavoro è disciplinata dal D.P.R. 1124/65. Questa copertura, a differenza di un’Assicurazione Privata, è obbligatoria per legge ed’è sempre operativa anche se il datore di lavoro non versa il contributo previsto. Ecco una prima grande differenza con l’Assicurazione Privata che prevede il versamento del Premio per l’attivazione della Garanzia.

In una Polizza Infortuni è necessario indicare i dati che identificano gli Assicurati (Nome, Cognome, Data di nascita, Professione), mentre l’Assicurazione INAIL copre indistintamente tutti i lavoratori (anche quelli non regolari o “in nero”) e indipendentemente dal versamento del contributo da parte del datore di lavoro.

L’Assicurazione INAIL è obbligatoria per determinate categorie di soggetti (dipendenti, artigiani, apprendisti), mentre l’Assicurazione Privata può essere stipulata da chiunque.

In una Polizza Infortuni è l’Assicurato/Contraente che sceglie le Somme e i Capitali da assicurare, mentre con l’Assicurazione INAIL le Somme e i Capitali dipendono dall’entità del Reddito del lavoratore.

I Beneficiari di una Polizza Infortuni possono essere designati liberamente, mentre i Beneficiari dell’Assicurazione INAIL sono stabiliti dalla legge.

L’Assicurazione INAIL copre esclusivamente gli infortuni avvenuti durante l’orario di lavoro (infortuni professionali), compreso il Rischio in Itinere (infortuni che possono occorrere durante il periodo di tempo necessario a compiere il tragitto casa-lavoro e lavoro-casa), mentre una Polizza Infortuni può coprire, a seconda delle necessità dell’Assicurato, sia gli infortuni professionali che gli infortuni extra-professionali (ovvero occorsi durante il tempo libero, fuori dall’orario di lavoro).

Un’ultima differenza, ma non in ordine di importanza, è data dal fatto che l’Assicurazione obbligatoria eroga le prestazioni sia in caso di infortuni professionali che in caso di malattie professionali, mentre l’Assicurazione Privata contempla soltanto gli infortuni (esistono alcuni prodotti che prevedono garanzie aggiuntive che tutelano il caso malattia).

Ma entriamo nel dettaglio delle coperture previste dall’Assicurazione obbligatoria.

Cosa copre l’Assicurazione INAIL?

Le prestazioni economiche erogate dall’INAIL in caso di infortuni sul lavoro sono :

  • Un’Indennità giornaliera per Inabilità Temporanea assoluta pari al 60% della retribuzione media giornaliera (calcolata in base a quella effettivamente corrisposta nei 15 giorni precedenti all’infortunio) per i primi 90 giorni e al 75% della retribuzione media giornaliera dal 91esimo giorno fino alla guarigione clinica. L’erogazione dell’Indennità avviene dal 4 giorno successivo alla data di infortunio o di manifestazione della malattia professionale (I primi 3 giorni sono a carico del datore di lavoro).
  • Un indennizzo per la menomazione dell’integrità psico-fisica (Danno Biologico). L’indennizzo viene corrisposto in base al grado di menomazione (desumibile dalla Tabella delle menomazioni) e alla Tabella di Indennizzo del Danno Biologico come da Decreto Legislativo 38/2000. Per i gradi di menomazione inferiori al 6% non sarà corrisposto alcun indennizzo. Per i gradi di menomazione che vanno dal 6% al 15% sarà corrisposto un indennizzo sotto forma di Capitale. Per i gradi di menomazione che vanno dal 16% al 100% sarà corrisposto un indennizzo sotto forma di Rendita. La Rendita, in quest’ultimo caso, sarà composta da una quota che rappresenta l’indennizzo del Danno Biologico e da un’ulteriore quota per conseguenze patrimoniali.
  • Una Rendita ai superstiti che rappresenta una prestazione economica destinata ai familiari di lavoratori deceduti a causa di infortunio sul lavoro o di malattia professionale.
  • Il beneficio una tantum ai superstiti di infortuni mortali. Sono esclusi i decessi avvenuti per malattia professionale. La prestazione viene stabilita annualmente con Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
  • Un assegno funerario. Anche in questo caso beneficiari saranno i familiari del lavoratore deceduto per infortunio sul lavoro o malattia professionale. L’importo dell’assegno è rivalutato annualmente con Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
  • Un assegno per l’assistenza personale continuativa. Costituisce un’integrazione della Rendita e viene corrisposto soltanto in alcuni casi.

Non abbiamo riportato tutto nel dettaglio, ma per approfondimenti rimandiamo al sito istituzionale dell’INAIL.

È sufficiente prendere in esame le prestazioni erogate dall’INAIL e poc’anzi elencate per rendersi conto che :

  • Anche se il Danno Biologico è un concetto diverso dall’Invalidità Permanente della nostra Polizza Infortuni, l’INAIL non eroga alcuna prestazione se il grado di menomazione è inferiore al 6%. E’ come dire che esiste una Franchigia del 6%. Le Polizze Infortuni esistenti sul mercato per il caso di Invalidità Permanente prevedono solitamente una Franchigia del 3%, talvolta derogabile. Un’Assicurazione Privata dunque, in caso di infortuni con piccoli postumi invalidanti (inferiori al 6%), erogherebbe una prestazione. Inoltre la quantificazione dell’indennizzo in caso di Danno Biologico non dipende dalla capacità di reddito del soggetto infortunato, mentre con l’Invalidità Permanente di una Polizza Infortuni (che per definizione del Glossario rappresenta la perdita di capacità lavorativa generica), possiamo scegliere liberamente il Capitale da assicurare rapportandolo alla nostra capacità di produrre reddito.
  • L’Assicurazione Privata può coprire anche gli Infortuni extra-professionali, certamente esclusi dalla copertura obbligatoria INAIL.
  • Anche l’Indennità giornaliera per Inabilità Temporanea prevista dall’Assicurazione obbligatoria non è liberamente determinabile dall’Assicurato, ma calcolata in base alla retribuzione media giornaliera degli ultimi 15 giorni. Con una Polizza Infortuni possiamo invece scegliere la Diaria giornaliera che ci sarà corrisposta in caso di inabilità (anche se è prevista solitamente una franchigia di almeno 8 giorni).
  • Il Caso Morte è contemplato dall’Assicurazione INAIL sotto forma di beneficio una tantum ai superstiti di infortuni mortali. Anche in questo caso non siamo in grado di scegliere una Somma in base alle nostre esigenze. Questa infatti è stabilita con Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Il Capitale destinato al Caso Morte di una Polizza Infortuni è invece liberamente determinabile.
  • La Responsabilità Civile derivante dalla circolazione dei veicoli prevede sempre l’esclusione degli Infortuni del Conducente in caso di responsabilità accertata nel Sinistro.

Le motivazioni sopra esposte (e non solo) dovrebbero far intendere che in taluni casi, seppur in presenza dell’ampia tutela offerta dall’Assicurazione obbligatoria, sarebbe opportuno analizzare le nostre necessità attentamente e valutare la stipula di un’Assicurazione Infortuni Privata.

Assicurazione Obbligatoria INAIL e Assicurazione Infortuni Privata. Le differenze.
3.25 (65%) 4 votes
The following two tabs change content below.
AmicoAssicuratore
Nato nel 2010 da un'idea di Pietro Sorano, AmicoAssicuratore.it, con i suoi 40.000 visitatori mensili, è oggi una delle più importanti realtà editoriali indipendenti in ambito assicurativo, nonché punto di riferimento per molti utenti che vogliono comprendere il funzionamento delle Polizze di Assicurazione. AmicoAssicuratore.it è un Blog libero, gratuito ed accessibile a tutti. AmicoAssicuratore.it non svolge in alcun modo attività di Intermediazione Assicurativa Online e non percepisce alcun compenso dall'utenza del Blog. Per maggiori Informazioni leggi i Termini di Utilizzo e l'Informativa sulla Privacy & Cookie che troverai in fondo ad ogni pagina del Blog.
AmicoAssicuratore

Ultimi post di AmicoAssicuratore (vedi tutti)

Lascia un commento

Or

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.