Benvenuto ospite. Effettua il oppure registrati al sito per accedere ai nostri servizi.

Assicurazione Malattia. La Formula “Indennitaria”, le Formule Miste e la Formula “Grandi Interventi Chirurgici”. Come funzionano?

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Share on Google+1Email this to someone

La formula assicurativa “indennitaria” dell’Assicurazione Malattia prevede, a differenza della formula classica “a rimborso spese”, un indennizzo sotto forma di diaria giornaliera.

Anche in questo caso, prima della stipula del Contratto sarà necessario compilare, per ogni Assicurato, l’apposito Questionario Anamnestico che sarà consegnato alla Compagnia di Assicurazioni la quale valuterà se assumere o meno il rischio e a quali condizioni.

Ferme restando le argomentazioni relative alle esclusioni e al periodo di carenza affrontate nell’Articolo dedicato classica formula “a rimborso spese” (leggi “L’Assicurazione Malattia”), la formula “indennitaria” prevede che :

In caso di Ricovero presso una struttura ospedaliera (in questo caso non importa se convenzionata o meno) per Infortunio, Malattia o Parto e aborto spontaneo o terapeutico,la Compagnia di Assicurazioni corrisponderà all’Assicurato un’Indennità giornaliera per ogni giorno di Ricovero e di successiva convalescenza.

L’entità della Indennità/Diaria è stabilita al momento della stipula del Contratto a seconda delle esigenze dell’Assicurato che, in linea di massima, può scegliere liberamente l’importo da assicurare (€ 50,00, € 100,00 o € 150,00 al giorno, etc.).

L’Indennità è dovuta per tutto il periodo di Ricovero, anche per il Day Hospital (la Diaria assicurata sarà però dimezzata in questo caso) e fino ad un massimo di 365 giorni. A seconda delle Condizioni di Assicurazione del prodotto che stiamo valutando, in caso di Ricovero per almeno un certo numero di giorni consecutivi, l’Indennità (di solito dello stesso importo, ma è meglio sincerarsene) è dovuta anche per il periodo necessario alla Convalescenza (tale periodo sarà limitato ad un preciso numero di giorni, a seconda delle Condizioni di Assicurazione del prodotto che stiamo valutando).

La Polizza può prevedere (acquistando separatamente l’apposita Garanzia o già nelle Condizioni di Assicurazione “Base”) un’Indennità per la Gessatura / Immobilizzazione.

L’Indennità viene corrisposta in caso di applicazione di Gessatura o tutore immobilizzante e anche se non vi è stato Ricovero, per un periodo massimo di 50 giorni.

Prestiamo attenzione e leggiamo attentamente le Condizioni di Assicurazione. Se il prodotto che stiamo valutando prevede la possibilità di scegliere l’importo destinato all’Indennità da Gessatura separatamente da quello previsto per l’Indennità da Ricovero, in caso di Ricovero e contemporanea Gessatura, le due Diarie saranno cumulabili. Nel caso in cui l’Indennità da Gessatura rappresenti una Garanzia Aggiuntiva e faccia riferimento, come importo, a quello previsto per l’Indennità da Ricovero, le cose cambiano. Potrebbe essere infatti previsto dalle Condizioni di Assicurazione che durante il periodo di Ricovero, le due Diarie non siano cumulabili, e che possano essere invece sommate nel periodo di convalescenza o che la stessa Indennità da Gessatura non corrispondi, nella sua entità, all’Indennità da Ricovero, ma ne rappresenti una parte (ad esempio il 50%). Queste valutazioni sono importanti e danno origine ad una diversa liquidazione in caso di Sinistro.

Esistono anche Assicurazioni Malattia prestate con formula “indennitaria” che si trasformano, all’occorrenza, in formula “a rimborso spese”. In pratica l’Assicurato, in caso di Ricovero per malattia o infortunio, può scegliere, in luogo dell’Indennità da Ricovero, il Rimborso delle Spese Mediche sostenute (onorari del chirurgo, rette di degenza, accertamenti diagnostici, visite specialistiche, etc.). Il Limite di Indennizzo è calcolato moltiplicando l’Indennità da Ricovero per 100, 200, 300 o 400, a seconda del prodotto. Ad esempio se abbiamo assicurato per l’Indennità da Ricovero una somma pari ad € 100,00 giornalieri e le Condizioni prevedono un moltiplicatore pari a 300, significa che nel caso scegliessimo di avvalerci del Rimborso delle Spese Mediche, in luogo della Diaria, avremmo diritto ad un Indennizzo massimo di € 100 x 300 = € 30.000,00. Questo meccanismo può tornare utile nel caso in cui il Ricovero sia breve, ma le Spese Mediche sostenute (ad esempio rette di degenza molto alte) non giustifichino la scelta dell’Indennizzo attraverso la Diaria (certamente inferiore, dato il numero esiguo dei giorni di Ricovero).

Questa tipologia di prodotti nasce in realtà come Polizza Malattia Indennitaria offrendo queste alternative con l’acquisto di Garanzie Aggiuntive.

Stesso ragionamento sarà applicato ad esempio per le Polizze Malattia Indennitarie che prevedono un Rimborso Spese o un Indennizzo in caso di Malattie Oncologiche o di Grandi Interventi Chirurgici con o senza Ricovero. In luogo della Diaria/Indennità da Ricovero assicurata, potrà essere scelto il Rimborso delle Spese Mediche sostenute identificando l’Indennizzo massimo come multiplo della stessa Diaria (100, 200, 300 o 400 volte, come appena visto).

Le Assicurazioni Malattia per Grandi Interventi Chirurgici, esistono anche nella tradizionale formula “a rimborso spese”. (Leggi “L’Assicurazione Malattia”). Il funzionamento è identico, ma la copertura è limitata ad un elenco ben preciso di Patologie espressamente indicate nelle Condizioni di Assicurazione. Le “Grandi Interventi” consentono un risparmio notevole in termini di Premio e allo stesso tempo tutelano il singolo o il nucleo familiare da eventualità gravi, ma fortunatamente remote.

Facciamo attenzione alle “Malattie Oncologiche”. Può essere infatti che il Prodotto, anche se dedicato ai “Grandi Interventi Chirurgici” escluda di default tali patologie e che la copertura debba essere acquistata separatamente con Garanzia Aggiuntiva.

Come abbiamo potuto notare esistono un’infinità di Proposte Assicurative offerte dal mercato molto diverse tra loro ed’è necessario, prima di procedere all’acquisto, leggere attentamente le Condizioni di Assicurazione e chiedere al proprio Intermediario quali sono le Garanzie comprese nella Copertura Base e quali quelle da acquistare separatamente. Non facciamo, anche e soprattutto in questo caso, l’errore di scegliere in base al Premio più basso. Si tratta di una copertura fondamentale per il nucleo familiare che all’occorrenza può divenire un autentico salvavita. Con un’attenta analisi ed una conoscenza base del funzionamento dell’Assicurazione Malattia si potrebbe anche ottenere un buon risparmio, cercando ad esempio quel Prodotto mirato esclusivamente a tutelare le nostre particolari esigenze.

Vota questo Articolo!
The following two tabs change content below.
AmicoAssicuratore
Nato nel 2010 da un'idea di Pietro Sorano, AmicoAssicuratore.it, con i suoi 40.000 visitatori mensili, è oggi una delle più importanti realtà editoriali indipendenti in ambito assicurativo, nonché punto di riferimento per molti utenti che vogliono comprendere il funzionamento delle Polizze di Assicurazione. AmicoAssicuratore.it è un Blog libero, gratuito ed accessibile a tutti. AmicoAssicuratore.it non svolge in alcun modo attività di Intermediazione Assicurativa Online e non percepisce alcun compenso dall'utenza del Blog. Per maggiori Informazioni leggi i Termini di Utilizzo e l'Informativa sulla Privacy & Cookie che troverai in fondo ad ogni pagina del Blog.
AmicoAssicuratore

Ultimi post di AmicoAssicuratore (vedi tutti)

Lascia un commento

Or

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.